Geneva International Motor Show

2018

Goodyer Oxygene: uno pneumatico di nuova generazione, pensato per promuovere una mobilità urbana all’insegna dell’ecologia e della praticità

Il concept Oxygene firmato Goodyear si basa su una soluzione di guida che migliora la qualità dell’aria.

L’ultimo concept di pneumatici di casa Goodyear, presentato al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra 2018, dà letteralmente vita alla mobilità urbana del futuro, visionaria e, al tempo stesso, più pulita, pratica, sicura e sostenibile.

TIl nuovo concept, Oxygene, è dotato di una struttura senza precedenti, resa unica dalla presenza di muschio vivente che cresce all’interno del fianco. La struttura aperta e la conformazione intelligente del battistrada assorbono e fanno circolare l’umidità e l’acqua presenti nel manto stradale, innescando il processo di fotosintesi e, pertanto, liberando ossigeno nell’aria.

Il nuovo concept Oxygene si ispira ai principi dell’economia circolare, con particolare attenzione alla riduzione degli sprechi di materiali, delle emissioni e delle perdite di energia, ed è stato progettato per integrarsi perfettamente nei futuri paesaggi urbani, grazie alla sua molteplicità di soluzioni e prestazioni:

• Pulisce l’aria che respiriamo: Grazie all’esclusivo battistrada, Oxygene è in grado di assorbire l’umidità del manto stradale, utilizzando la CO2 presente nell’aria per nutrire il muschio che cresce lungo i fianchi dello pneumatico, e di rilasciare ossigeno grazie al processo di fotosintesi. In una città di dimensioni simili alla città metropolitana di Parigi, con circa 2,5 milioni di veicoli, si genererebbero quasi 3.000 tonnellate di ossigeno e si potrebbero assorbire oltre 4.000 tonnellate di anidride carbonica all’anno.  

• Ricicla gli pneumatici usurati: Oxygene presenta una struttura non pneumatica stampata in 3D e realizzata con polvere di gomma proveniente da pneumatici riciclati. La struttura leggera e la capacità di assorbimento degli urti offre una soluzione duratura e antiforatura, studiata per prolungare la vita utile dello pneumatico e ridurre al minimo gli interventi di manutenzione, per offrire una mobilità senza preoccupazioni. La struttura aperta dello pneumatico, che migliora l’aderenza sul bagnato, garantisce maggiore sicurezza, grazie alla capacità di assorbimento dell’acqua presente sul battistrada.

• Produce da sé l’energia elettrica: Oxygene raccoglie l’energia generata durante la fotosintesi per alimentare le componenti elettroniche incorporate, fra cui i sensori di bordo, l’unità di elaborazione di intelligenza artificiale e la striscia luminosa personalizzabile posizionata sul fianco dello pneumatico, che cambia colore per avvisare automobilisti e pedoni delle prossime manovre, come cambi di corsia o frenate.

• Comunica alla velocità della luce: Oxygene si avvale di un sistema di comunicazione ottica con luce visibile, “LiFi”, per garantire una connettività mobile ad alta capacità e alla velocità della luce. Grazie al sistema LiFi, gli pneumatici possono connettersi all’Internet of things, consentendo lo scambio di dati da veicolo a veicolo (V2V) e da veicolo a infrastruttura (V2I), fondamentale per i sistemi di gestione della mobilità intelligente.

 

 

 

 

L’ultima generazione di pneumatici firmati Goodyear

2017

La mobilità del futuro – Il nuovo Eagle 360 Urban della Goodyear

In occasione del Salone internazionale dell’automobile di Ginevra 2017 Goodyear presenta il nuovo prototipo Eagle 360 Urban la cui concezione innovativa è il perfezionamento dello Eagle 360 presentato l’anno scorso. La differenza determinante sta nello sviluppo di questo pneumatico con l’aggiunta dell’intelligenza artificiale sotto forma di un involucro bionico e di un battistrada in grado di percepire le condizioni della carreggiata e  quelle meteorologiche adattandosi di conseguenza. Gli elementi di trazione integrati sotto l’involucro funzionano come dei muscoli. Sono in grado di muoversi grazie a impulsi elettronici nei singoli settori del disegno flessibile del battistrada. In questo modo vengono aggiunti dei vuoti in caso di carreggiata bagnata e restituita la rigidità al battistrada sull’asciutto.

Con questa nuova generazione futuristica di pneumatici di concetto la Goodyear risponde alle sfide della fulminea evoluzione della mobilità mostrando così il contributo che viene apportato dalle tecnologie innovative dei pneumatici nei centri urbani del futuro.

 

 

2016

Rappresenta i livelli più avanzati di manovrabilità, sicurezza e connettività

Goodyear presenta al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra il pneumatico concept Eagle-360: una sfera collegata all’auto attraverso levitazione magnetica e realizzata con stampa 3D.

Il pneumatico è stato progettato seguendo 4 elementi chiave: manovrabilità, sicurezza, connettività e biomimica, fondamentali per rispondere alle esigenze dei nuovi veicoli con guida autonoma che, secondo un recente studio effettuato da Navigant Research, entro il 2035  saranno 85 milioni in tutto il mondo.

“I veicoli autonomi rivoluzioneranno le interazioni delle persone con l’auto. Per questo motivo, i pneumatici giocheranno un ruolo ancora più importante in futuro, come unico punto di contatto con la strada” afferma Luca Crepaccioli, General Manager Southern Europe di Goodyear Dunlop. “Anche i pneumatici sono chiamati a rispondere alle esigenze degli automobilisti del futuro che, come emerge dalle nostre ricerche più recenti , si aspettano vetture “smart”, sostenibili e soprattutto sicure. Goodyear continua ad investire in ricerca e sviluppo, certa di essere fonte di ispirazione per l’intera industria automobilistica e banco di prova per le tecnologie di nuova generazione”.